Posare le piastrelle

La corretta posa delle piastrelle è fondamentale per garantire la durabilità del rivestimento ceramico. La posa delle piastrelle dovrebbe essere eseguita da un posatore professionista in grado di garantire uno standard di posa elevato. Il video che segue, senza nessuna pretesa di esaustività, descrive il lavoro, le tecniche e gli strumenti utilizzati dai posatori così da permettere di comprendere e apprezzare gli aspetti più significativi di questo mestiere così determinante per il buon risultato.

Guarda il video

Consigli di posa

Consigli di posa

Al momento della posa, il sottofondo deve essere stabile, asciutto, non gelato e non eccessivamente caldo, è necessario preparare la superficie di appoggio mantenendola perfettamente piana e ben pulita.
Prima della posa in opera, è importante verificare accuratamente tono, calibro e scelta del materiale. ColiseumGres non potrà accettare reclami su materiale già posato, i cui difetti fossero visibili prima della posa.
La posa può essere realizzata sia con malta cementizia, sia con l’utilizzo di collanti specifici ad elevate prestazioni per gres porcellanato. Si consiglia la posa a colla in quanto offre maggiori garanzie di tenuta.
Gli adesivi cementizi devono essere applicati a temperatura ambiente, ed in genere compresa tra +5° C e + 30/35° C, con campiture non superiori ad 1mq per volta, posando le piastrelle esercitando una pressione superficiale uniforme. Durante la posa è necessario non segnare il materiale sulla superficie di utilizzo con matite (grafite) o pennarelli indelebili.

Fughe

La larghezza della fuga può variare in funzione delle dimensioni delle piastrelle e della destinazione d’uso del pavimento. È sconsigliata la posa a giunto unito mentre è consigliata una posa con fuga minimo 2-3 mm, sia per prodotti rettificati che non rettificati.
È necessario prestare molta attenzione alla realizzazione dei giunti di dilatazione, specialmente negli ambienti di grande dimensione, poiché sono necessari a compensare le dilatazioni termiche e igroscopiche del letto di posa e ad assorbire gli eventuali assestamenti strutturali dell’edificio; per ambienti interni si tracceranno maglie di m 5×5, mentre per gli esterni si dovranno prevedere maglie di m 4×4.

Giunti e stuccature

La posa può essere realizzata sia con malta cementizia, sia con l’utilizzo di collanti specifici ad elevate prestazioni per gres porcellanato. Si consiglia la posa a colla in quanto offre maggiori garanzie di tenuta. Per la stuccatura di fughe, usare stucchi cementizi in cadenza con il colore del pavimento, eseguendo prova preliminare su un campione. Si consigliano stucchi cementizi tipo KERACOLOR FF o ULTRACOLOR PLUS di MAPEI, senza aggiunta di additivi. L’applicazione dello stucco deve avvenire riempiendo bene le fughe con l’impasto cementizio utilizzando apposita spatola senza lasciare vuoti o dislivelli
Dopo la stuccatura delle piastrelle in gres porcellanato, procedere all’eliminazione accurata dello stucco in eccesso, muovendo diagonalmente alle fughe prima con una spatola, poi con spugna umida e abbondante acqua, risciacquando la spugna in più passaggi.

Top